La pentola a pressione (2/2)

Come è fatta ora lo sappiamo, come utilizzarla anche... la pentola a pressione non ha più segreti per noi... ma per svelare proprio tutti i suoi segreti andremo a conoscerne la manutenzione, il modo di utilizzarla al meglio ed alcune ragioni per cui l'uso della pentola a pressione è sempre più consigliato.

Che tipo di manutenzione richiede?
La pentola a pressione è un valido aiuto per la riduzione del tempo che generalmente impieghiamo ai fornelli ma, per essere usata correttamente, dobbiamo prestare attenzione ad alcune fondamentali regole di manutenzione.
La prima è quella di effettuare un'accurata pulizia delle valvole, soprattutto se è passato del tempo dall'ultimo impiego. La valvola di funzionamento, in particolare, deve sempre essere libera dai depositi che si formano per il prolungato utilizzo. Per controllarne il corretto funzionamento dovrete soffiare nel forellino che dovrà premettervi di percepire l'aria che immettete. Se ciò non avviene, significa che potrebbe essere parzialmente o totalmente otturata. Una volta eseguita questa verifica, passate alla valvola di sicurezza, assicurandovi che possa essere espulsa la parte in gomma e che sia pulita.
Nel riporla, ben asciugata, è consigliabile non chiuderla ermeticamente onde evitare la formazione di cattivi odori. Se accade non preoccupatevi, basterà far bollire dell'acqua con un poco d'aceto per qualche minuto per togliere qualsiasi odore.
Per evitare che la guarnizione del coperchio si usuri più velocemente del dovuto, evitate di lavarla con detersivi aggressivi o di strofinarla troppo con spugne abrasive. Evitate il lavaggio del coperchio in lavastoviglie.

Come far funzionare la mia pentola a pressione al meglio?
Anche in questo caso sono sufficienti alcuni semplici accorgimenti per utilizzare la vostra pentola a pressione nel miglior modo possibile. Possiamo generalmente riassumerli in qualche semplice punto:

  1. QUANTITA' DI LIQUIDO MINIMA DI ¼ DI LITRO
  2. QUANTITA' MASSIMA DI LIQUIDO PARI AI 2/3 DELLA CAPACITA' DELLA PENTOLA
  3. ROSOLARE, IMBIONDIRE SOFFRITTI O VERDURE PRIMA DI CHIUDERLA
  4. FUOCO ALTO AL PRINCIPIO
  5. FUOCO BASSO PER LA COTTURA
Una minima quantità di liquido va sempre contemplata perchè la cottura nella pentola a pressione è basata sul liquido (generalmente acqua), lo stesso dicesi per una quantità massima di liquido (2/3 della capacità) che non deve mai essere superata poiché vi sono cibi che a loro volta ne contengono e viene rilasciato durante la cottura, oppure si gonfiano cambiando il loro volume ed inibendo la cottura nel caso in cui sia in eccesso. Per questo motivo quasi tutte le pentole a pressione in commercio hanno una “tacca” che indica il livello massimo di acqua o liquido che si può aggiungere.
I tempi di cottura sono da rispettare con puntigliosa diligenza, innanzitutto rosolate o cominciate una prima cottura dei cibi a pentola aperta, a seconda della ricetta che state preparando. In seguito chiudete la pentola ed attendete il sibilo della valvola di funzionamento sul coperchio della vostra pentola a pressione.
In principio cuocete a fiamma vivace, dopo il sibilo abbassate il fuoco e continuate la cottura. Il tempo di cottura della vostra pietanza dovrete iniziare a calcolarlo dal sibilo in poi. Solitamente nelle indicazioni che vengono fornite nel libretto di istruzioni del produttore della pentola potrete anche trovare i tempi di cottura dei cibi e degli ingredienti più comuni. Quando la cottura sarà terminata potrete spegnere il fuoco ed aprire la valvola di funzionamento per consentire al vapore di scaricarsi completamente. Ricordate di aprire la pentola a pressione solo dopo aver fatto scaricare il vapore. Nel caso in cui dobbiate aggiungere ingredienti a metà cottura, dovrete comunque far scaricare la pressione come a termine cottura e poi riprenderla rimettendo la pentola sul fuoco vivace e poi abbassando la fiamma. Un consiglio per velocizzare quest'operazione è quello di mettere la pentola sotto un getto d'acqua corrente per far abbassare la pressione in modo sensibile così da poter aprire prima la pentola e non far proseguire ulteriormente la cottura degli altri ingredienti.
Tenete sempre presente che l'esperienza insegna, quindi, meglio qualche minuto in meno di cottura ed un eventuale proseguimento a pentola aperta che non qualche minuto in più, rischiereste di ritrovarvi con una pietanza troppo cotta...e non tutti i piatti sono gradevoli se troppo cotti. Piano piano imparerete a regolarvi con i tempi a seconda degli ingredienti, della loro freschezza e dell'acqua aggiunta in pentola.

Perchè la pentola a pressione?
In conclusione, perchè scegliere una cottura in pentola a pressione e non un'altra? I motivi sono molteplici, innanzitutto ricordiamo la velocità di cottura degli alimenti, i tempi sono veramente ridotti e, con il nostro attuale stile di vita questo diventa un fattore di prim'ordine. La fretta ed anche la cura che richiedono la preparazione di determinati cibi, vengono di pari passo saltate dall'uso della pentola a pressione che, tra l'altro, non richiede che il piatto in preparazione venga mescolato o girato di continuo. In secondo luogo, ma non meno importante, è il fatto che con la pentola a pressione otteniamo una cottura esemplare dal punto di vista nutrizionale. Il tempo ridotto della cottura consente infatti ai cibi di mantenere le loro caratteristiche originali dal punto di vista nutrizionale, per cui troviamo inalterate le vitamine e le qualità organolettiche dell'alimento utilizzato. Ideale per ogni tipo di dieta, permette di ridurre drasticamente l'uso dei grassi che generalmente utilizziamo per condire i nostri piatti ed anche l'uso del sale, dato che gli alimenti mantengono integro il loro naturale sapore grazie a questo tipo di cottura.
Ancora ricordiamo la praticità e la poca manutenzione, difatti la pulizia di questa pentola è sempre veloce.
Questi elementi fanno sì che questo tipo di cottura sia, ancora oggi, assai moderno. Ancora oggi, come le nostre mamme, utilizziamo la pentola a pressione e possiamo, anche per questa ragione, avvalerci della loro esperienza e del loro aiuto quando la utilizziamo. Dopo avere decantato le meraviglie della pentola a pressione sta a voi provarla e sperimentare anche in modo creativo le ricette classiche e nuove... Noi aspettiamo golosamente i vostri risultati per poterli a nostra volta sperimentare e proporre!


Ultima modifica: 10/01/2007

Cucina e Ricette
Ricette, vini e menù di cucina italiana ed etnica




Pubblicità
sulle pagine di
Cucina e Ricette

Clicca qui!


Ricette veloci
Primi piatti
Secondi piatti


Ricette facili
Primi piatti
Secondi piatti


Ricette di pesce
Primi piatti
Secondi piatti


Ricette vegetariane
Primi piatti
Secondi piatti
Cucina italianaCucina etnicaCucina creativaRicette in libertàRubricheAlimentazioneCucina nel Web




Le ricette
più fresche

e i nuovi articoli, senza muovere un dito.
Clicca qui!
© 2004-2015 www.cucinaericette.it - Influsso Web Agency Firenze - P.IVA 06308110482 - Privacy Policy - Cookie policy

Questo sito non è una testata giornalistica con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. L’autore non ha alcuna responsabilità per i siti segnalti; il fatto che il sito fornisca dei collegamenti a siti esterni non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità.